Spedizioni gratuite con acquisto superiore a 99 euro
Assistenza clienti: 0541 783932 Lun – Sab: 09:30-12:30 / 16:00-20:00
0Item(s)

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.

Trento Doc: gli spumanti metodo classico

Trento Doc: gli spumanti metodo classico

Il territorio, le altitudini e il clima sono le componenti fondamentali che rendono speciale lo spumante Trento Doc,  il segno distintivo di un territorio, il Trentino-Alto Adige, dove vengono prodotti spumanti con il metodo classico.
Il marchio Trento Doc nasce nel 2007 ed è regolamentato da un documento, chiamato disciplinare Trento Doc al quale hanno aderito i produttori di vini bianchi e rosati della provincia di Trento, nel quale vengono indicate le linee guida da seguire per ottenere la denominazione di origine controllata.

Queste linee guida fanno riferimento alle uve da utilizzare,  Pinot bianco e Chardonnay a bacca bianca, Pinot nero e Pinot Meunier a bacca nera, alle zone di produzione, alle condizioni ambientali e territoriali, alle norme per la viticoltura ed infine al processo di vinificazione e spumantizzazione.

Come detto precedentemente la disciplinare indica che lo spumante Trento Doc può essere prodotto sia bianco che rosato, ed entrambi nelle versioni:

Brut: con un minimo di 15 mesi di permanenza sui lieviti
Millesimato: con un minimo di 24 mesi di permanenza sui lieviti
Riserva: con un minimo di 36 mesi di permanenza sui lieviti

Ma è nella fase finale di produzione dello spumante metodo classico, quando viene deciso il dosaggio da eseguire in fase di sboccatura (link al blog sulla spumantizzazione) e viene aggiunto il liqueur d’expédition o “sciroppo di dosaggio”, una miscela segreta che varia da produttore a produttore e dipende da una precisa scelta dell’enologo e della casa spumantistica, che emergono le caratteristiche olfattive e gustative uniche di ogni cantina.

In base al dosaggio Trento Doc può essere classificato in (fonte Trentodoc.com):

Pas Dosè
 (o non dosato): fino a 3 grammi di residuo zuccherino per litro, senza aggiunta di zuccheri dopo la rifermentazione in bottiglia
Extra Brut: la quantità zuccherina finale è compresa tra 0 e 6 grammi per litro
Brut: tra i 6 e i 12 grammi di residuo zuccherino per litro
Extra Dry: da 12 a 17 grammi di residuo zuccherino per litro
Dry, Sec: da 17 a 32 grammi di residuo zuccherino per litro
Demi Sec: fra i 32 e i 50 grammi di residuo zuccherino per litro

Come detto all’inizio le particolarità legate all’altitudine, al territorio e al clima rendono lo spumante Trento Doc unico nel suo genere arrivando a ricavarsi un ruolo da protagonista nel mondo delle bollicine.

Dai un’occhiata sul nostro sito per vedere le nostre cantine Trento Doc.



Dai un'occhiata alle cantine Trento DOC presenti su Abeervinum

Iscriviti oggi alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle nostre offerte!