Spedizioni gratuite con acquisto superiore a 99 euro
Assistenza clienti: 0541 783932 Lun – Sab: 09:30-12:30 / 16:00-20:00
0Item(s)

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.

Trabanco Sidro

Trabanco Sidro

Trabanco e la sua storia
Oggi vi vogliamo parlare di un’azienda che produce sidro di altissima qualità. Situato nel Principato delle Asturie, nella regione della Spagna nord-occidentale, Trabanco è sinonimo di sidro naturale. Fondato da Emilio Trabanco, dal 1925 viene prodotto con le migliori mele di varietà selezionate, seguendo metodi tradizionali.
Il 1963 è l’anno in cui entrano a fare parte dell’azienda i figli di Emilio, Vicente e Alicia. Loro introducono miglioramenti per facilitare la produzione del sidro senza perdere l'essenza della tradizione. Presto, il loro sidro era diventato molto popolare, uno dei primi ad arrivare sul mercato subito dopo la fermentazione, il suo retrogusto leggermente amaro era di gran moda.
Negli anni, tutti i membri della famiglia si sono coinvolti nell'intero processo produttivo, dalla raccolta, alla pesatura e alla scelta della mela.
Oggi Trabanco rappresenta un patrimonio trasmesso dalla prima generazione ai giorni nostri.
Le Asturie sono sempre state sinonimo di sidro. Non ci sono Asturie senza sidro, né sidro senza Asturie. È sempre stato così e, infatti, la mela e il sidro hanno segnato il carattere e le usanze della gente del Principato delle Asturie per centinaia e centinaia di anni. Ricche di montagne verdi e mare azzurro, le Asturie, si colorano in primavera di una coltre di fiori bianchi. Sono i fiori dei meli che iniziano a fiorire in primavera e già anticipano i primi tratti di una raccolta che inizierà a ottobre e durerà fino alle prime settimane di dicembre.

I meleti
La preoccupazione di avere una materia prima di qualità è stata, ed è, uno dei punti fondamentali della crescita dell’azienda Trabanco. La qualità della mela è la base che garantirà un sidro di alto livello, ed è per questo che si presta particolare attenzione alla selezione delle varietà e delle mele della migliore qualità.
Attualmente, Trabanco dispone di circa 100 ettari di piantagioni, che consentono di selezionare le varietà più appropriate per ogni tipo di sidro e di stabilire controlli di qualità durante tutto il processo produttivo. Prendiamo l’esempio, il sidro Poma Áurea, il primo sidro brut nature, per il quale viene selezionato una piantagione che per la sua posizione e la sua disposizione, permette di sfruttare al meglio le ore di sole, insieme ad altre due varietà tradizionali, la Regona e Raxao, che danno l'equilibrio acido-amaro che si vuole ottenere per questo sidro.
Per la cura dei meleti vengono seguite sia le tecniche più tradizionali che quelle più recenti, con l'obiettivo di ottenere una resa ottimale in ogni vendemmia, sia in quantità che in qualità. A ciò si aggiunge anche l’impegno delle persone all’interno di Trabanco, nel contribuire al recupero delle varietà tradizionali di mele da sidro delle Asturie, che rischiano di scomparire a causa della standardizzazione delle varietà. Inoltre, i frutteti vengono curati per evitare che parassiti o malattie li colpiscano, applicando periodicamente trattamenti naturali.
Per quanto riguarda i metodi della produzione del sidro, non sono cambiati molto negli anni. Si mantengono i metodi tradizionali, seguendo i consigli che si sono trasmessi dai genitori ai figli e ai nipoti. Trabanco ha creato un proprio marchio a cui sono state incorporate nuove tecnologie, progressi, innovazioni e cure igienico-sanitarie. Oggi sono i maggiori produttori di sidro naturale e quelli con il maggior numero di ettari in produzione.
Il know-how di Emilio Trabanco rimane nel loro quotidiano, un know-how che è stato migliorato con il contributo di ogni generazione di famiglia. Per esempio, la seconda generazione ha introdotto il travaso - la miscela di diverse botti per ottenere il sidro ideale. Con la terza generazione della famiglia, all’interno dell’azienda Trabanco, inzia a fare parte un enologo specializzato nel mondo del sidro. Con la sua conoscenza, il suo metodo di lavoro, la sua analisi rigorosa e la visione professionale, ha aiutato nella diversificazione di Trabanco e nell’icoraggiamento a portare nuovi prodotti sul mercato; derivato dalla mela (succhi, aceto ...) e nuove versioni di sidro (come il sidro frizzante)
La quarta generazione della famiglia Trabanco è già entrata e continua a lavorare mantenendo i valori della tradizione, il know-how e la qualità che da sempre contraddistinguono la storia di Trabanco.

La raccolta
Da settembre a dicembre, le Asturie sono piene di mele. In questo periodo avviene la raccolta delle mele al loro punto di maturazione ottimale. Né prima né dopo, questo è il segreto del successo. Ci sono varietà a maturazione precoce, altre a maturazione tardiva. Ogni giorno, senza sosta, il loro team raccoglie le mele per poi selezionare le migliori e lavarle.

Il mosto
Dopo la raccolta segue il processo in cui le mele selezionate vengono tritate e pressate per estrarre il mosto che verrà poi introdotto nelle botti e nelle vasche.

La fermentazione
Il mosto viene introdotto nelle botti per avviare, spontaneamente e naturalmente, il processo della fermentazione. I lieviti naturali sono incaricati a svolgere questo processo, che si divide in due parti: fermentazione alcolica e fermentazione malolattica. È fondamentale il ruolo di chi controlla la fermentazione, assaggia e cura ogni giorno il mosto che si sta trasformando in sidro, per evitare difetti ed esaltarne le virtù.

Il travaso
Il travaso è un’arte in sè. Durante la fase finale della fermentazione, avviene la miscela tra sidri provenienti da botti diverse. Si decide che sidri mescolare e in quali percentuali, per arrivare alle note di degustazione che caratterizzano il sidro di Trabanco.

La degustazione finale
Terminata la fermentazione, è il momento della degustazione. Il team tecnico e i rinomati degustatori di sidro testano i sidri che hanno terminato la fermentazione e valutano se sono pronti per essere tappati o imbottigliati.

Imbottigliamento
Ci sono due stabilimenti di imbottigliamento, situati a Lavandera e Sariego, dove le diverse varietà dei sidri vengono lavorate giornalmente e preparate per uscire sui mercati asturiani, nazionali e internazionali.
Il primo sidro dell'anno arriva a marzo. Il 19 marzo è la data tradizionalmente scelta per degustare il nuovo sidro, ed è una data che l'associazione dei produttori di sidro, di cui fa parte l’azienda Trabanco, si prende come punto di riferimento per presentare pubblicamente il sidro della nuova raccolta.

Consumo finale
E tutto questo ha un solo scopo: che ti piaccia il sidro Trabanco tanto quanto il team Trabanco si diverte a farlo!

 







 

SCOPRI LA SELEZIONE DI SIDRI NATURALI TRABANCO, ONLINE SUL NOSTRO SHOP!

Iscriviti oggi alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle nostre offerte!